LEG

Live Emotion Group

Iscriviti alla Newsletter ricevi tutti gli aggiornamenti su i nuovi eventi in programma

 

LEG “Live Emotion Group” s.r.l.

Via Tomasi di Lampedusa, 149 - 51100 Pistoia (PT)

T. +39 0574 1825863 | live@legsrl.net | P.iva 01757670474

Prevendite:


Circuito Box Office:

www.boxol.it

055 210804

punti vendita Coop


Circuito TicketOne:

www.ticketone.it

punti vendita MediaWorld


Biglietteria del teatro:

0586 204213/204219

www.teatrogoldoni.it




Info teatro:


Teatro Goldoni

Via Goldoni, 83

57125 - Livorno

Prezzi biglietti:


Platea e palchi 1° e 2° ordine centrale: 37,00 euro


Palchi 1° e 2° ordine laterale + 3° ordine centrale: 32,00 euro


Palchi 3° ordine laterale + Galleria:

26,00 euro


Loggione: 21,00 euro

sabato 21 aprile 2018 @ Teatro Goldoni, Livorno

I portatori di handicap possono acquistare un biglietto a prezzo standard previsto per l'evento, ed entrare con un accompagnatore gratuito solo se provvisti di certificato di invalidità al 100%. I biglietti sono reperibili esclusivamente attraverso la biglietteria del Teatro Goldoni. Onde evitare problemi all'ingresso al teatro e poter accedere ad una sistemazione consona, si sconsiglia fortemente l'acquisto di un biglietto generico.

Solo per i disabili su carrozzina sono previsti dei posti predefiniti all’interno della platea.

Giuseppe Giacobazzi

Io ci sarò


di e con Andrea Sasdelli

collaborazione ai testi di Carlo Negri


Il nostro è un lavoro fatto anche di viaggi e durante i viaggi ti trovi inevitabilmente a pensare.
Quando pensi, pensi a te e a quello che stai vivendo, a quello che hai vissuto e a quello che eventualmente potrà essere il tuo futuro.
Oggi mi rendo conto di essere un genitore di 53 anni con una figlia di 3 e quindi mi sono ritrovato a pensare:
Riuscirò a vedere i miei nipoti e nel caso li riesca a vedere a rapportarmi come fa un nonno e quindi a viziarli, a giocare con loro, a parlarci e raccontargli delle storie, cercando di dare consigli che non verranno sicuramente ascoltati, a spiegargli anche questo buffo movimento di sentimenti che è la vita.
La vita, la mia vita, per come l'ho vissuta, per dove l'ho vissuta, per gli anni che l'ho vissuta, per chi l'ha vissuta con me.
Insomma poter riuscire a comunicare a due generazioni interposte, che poi, di solito, dovrebbe essere il mestiere dei nonni con i nipoti.

Questo mi ha portato a creare un ponte con lo spettacolo precedente, praticamente ricominciando da dove abbiamo finito, ma con una domanda in più.
Per immaginarmi di poter parlare ai miei nipoti, penso sia fondamentale adeguarmi ai tempi, o perlomeno provare ad usare, se non il loro linguaggio perlomeno le loro tecnologie, cosciente che domani comunque saranno vecchie.

Quindi, ho pensato di lasciare un “videomessaggio” che possa spiegare ed eventualmente interagire con i miei possibili futuri nipoti.
E per farlo, l'unico modo che conosco, è farlo davanti ad un pubblico.